torna a "Terapia con bite Ri.P.A.Ra.

Come fatto l'Anello Linguale Ri.P.A.Ra.

Ha due piani orizzontali che si estendono dai canini ai molari per non far venire in contatto i denti, per svincolarli dall’ingranaggio occlusale e per aumentare la dimensione verticale. (1; 2)

Ha due scudi verticali che nascono dai piani orizzontali per bilanciare le forze dei muscoli delle guance. (3; 4) 

Ha una frangia o fettuccia anteriore sottile che collega i due scudi verticali passando nel vestibolo tra la gengiva e il labbro superiore che aiuta a fare rimanere  l’apparecchio in alto ancorato al mascellare superiore. (5)

Al centro è presente l’anello linguale che è formato da due archi: l’arco superiore (6) che circonda la faccia palatale della lingua e l’arco inferiore (7) che guida la mandibola e i condili in posizione avanzata e obbliga la lingua a posizionarsi più in alto.

Ha una ampia apertura anteriore tra i due piani orizzontali per favorire il passaggio dell’aria durante il sonno e per aiutare il controllo delle roncopatie (russamento) e delle apnee notturne. (8)

Vai al capitolo successivo: "4. Funzioni differenti tra:Ri.P.A.Ra. SOFT, Ri.P.A.Ra. HARD e mascherina"

Cookie Policy